Stampa questa pagina

A passo di storia lungo la via Emilia

Gennaio 10, 2018 Scritto da Co.Mo.Do.
Vota questo articolo
(0 Voti)

Mostra On the Road a Reggio Emilia, 2018 La via Emilia, arteria unificante della regione che tuttora ne conserva il nome, si propone come un itinerario per scoprirne la storia antica e gli aspetti che hanno contribuito a definire l’identità delle città e del territorio che collega. Su quella strada sempre pulsante di vita hanno viaggiato dall'antichità, e viaggiano ancora ai giorni nostri, le merci e i prodotti di un'economia florida, ma anche popoli, genti, donne e uomini con il proprio bagaglio di esperienze, idee, sensibilità, lingue e credi differenti, consentendo così il formarsi di una cultura aperta, che affonda le radici in una società che fa dell'accoglienza una delle sue maggiori risorse.
Modena, Parma e Reggio Emilia condividono il fondatore Marco Emilio Lepido, il console a cui si deve la costruzione della Via Aemilia. Nell’ambito del progetto "2200 anni lungo la via Emilia" le tre città propongono un programma di celebrazioni ricco di mostre e di eventi, progettati per coinvolgere pubblici diversi.

Il programma intende non solo valorizzare le origini romane di Modena, Parma e Reggio Emilia, ma contestualizzarle nell’ambito del ruolo svolto fino ai nostri giorni dalla strada che le collega. Il ponte fra romanità e contemporaneità è rappresentato con linguaggi diversi che vanno dall’esposizione dei reperti agli incontri di approfondimento scientifico, dalla narrazione alla street art.
La mostra "On the road. La Via Emilia, 187 a.C. - 2017", allestita a Reggio Emilia nel Palazzo dei Musei fino al 1º luglio 2018 è un percorso che coinvolge l’intero edificio con installazioni, ricostruzioni 3D, proiezioni e l’esposizione di oltre 400 reperti provenienti da importanti musei nazionali e da collezioni della città che illustrano le sette aree tematiche: "L'Emilia prima dell'Aemilia", "Via Emilia-SS9", "Marco Emilio Lepido e la sua città", "Ruote zoccoli e calzari", "La buona strada", "Racconti per l'eternità", "Est modus in rebus".

Questo sito può avvalersi di cookie tecnici, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy policy.
Mobilitadolce.org non utilizza cookie di rilevamento. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.