7° Premio GoSlow - Co.Mo.Do.

7° Premio GoSlow - Co.Mo.Do.
Dicembre 18, 2018 Scritto da Co.Mo.Do.
Premio Go Slow - Co.Mo.Do., il più importante e unico riconoscimento italiano per le Pubbliche Amministrazioni (Vie di comunicazione storiche, Comune, Regioni, Province, Parchi) che si distinguono quanto a progetti di mobilità dolce e sostenibile nei loro territori.

Si rinnova l’appuntamento con la conoscenza dei più interessanti progetti dedicati alla realizzazione di itinerari verdi italiani per la mobilità quotidiana, di tempo libero e turismo, per soluzioni tecniche esemplari o innovative, gestione/manutenzione esemplari o innovative, per intervento panoramico e attrattivo dell’itinerario verde, per preservazione, riabilitazione e valorizzazione del patrimonio culturale, costruito e naturale e di ambito pubblico. I progetti premiati dovranno proporre, oltre alla migliore integrazione delle caratteristiche enumerate, quelle qualità intrinseche particolari che faranno un modello del genere, convalidato dal successo popolare e dalle ricadute positive sullo sviluppo duraturo del territorio. In partnership con All routes lead to Rome e Cammini d’Europa e con la segreteria organizzativa di Mediterranean Pearls.

Il Premio si divide in tre categorie:
- Progetti realizzati
- Progetti in fase di realizzazione
- Studi di fattibilità

Da quest’anno 2019 All routes lead to Rome presenterà due menzioni speciali, “GREAT PLACES TO WALK” e “GREAT PLACES TO BIKE” per Enti, Organizzazioni territoriali e Associazioni – in forma singola o associata – che possono presentare progetti realizzati e conclusi da non oltre 2 anni sui temi della mobilità dolce a favore della qualità della vita dei cittadini e del turismo lento ed esperienziale.
Il riconoscimento mira a promuovere iniziative che contribuiscano a una transizione verso reti di mobilità dolce finalizzate ad adeguare progressivamente i luoghi alle esigenze di qualità della vita ed alle esperienze di viaggio orientate alla salute, al benessere e alla piacevolezza di attraversare lentamente le città e i territori, a piedi o in bicicletta: un movimento naturale, sia che si tratti di attraversare centri e periferie urbane, sia di entrare a contatto con il paesaggio e l’ambiente, sia di accompagnare nella ricerca degli infiniti motivi di eccellenza che il Bel Paese sa offrire – a partire dal proprio immenso patrimonio culturale – agli occhi dei residenti e dei turisti che lo visitano e ammirano.

Possono candidarsi al Premio Enti Pubblici, archi, GAL, Unioni di Comuni, Associazioni, Studi di Architettura, urbanistici e di ingegneria. Scuole universitarie e dipartimenti con competenze nelle discipline di Architettura del paesaggio, Architettura e ingegneria edile-architettura, Conservazione dei beni architettonici e ambientali, Ingegneria civile, Ingegneria dei sistemi edilizi, Ingegneria per l'ambiente e il territorio, Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale, Scienze economiche per l'ambiente e la cultura, Scienze e tecnologie agrarie, Scienze e tecnologie forestali e ambientali, Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio, Scienze geografiche, Scienze storiche, e simili.
I vincitori delle scorse edizioni.

Storico Premio Go Slow-Co.Mo.Do.

La Giuria è così formata: Prof. Ing. Roberti Busi (Presidente), Ing. Roberto Greco (Portavoce Nazionale Co.Mo.Do.), Debora Sanna (Presidente GoSlow Social Club), Stefania Mezzetti (Giornalista GIST), Prof. Federico Massimo Ceschin (Segretario Generale Cammini d’Europa), Paolo Capocci (Segretario Generale Co.Mo.Do.).