Ferrovie minori a fini turistici in Toscana

Ferrovie minori a fini turistici in Toscana
Febbraio 27, 2018 Scritto da Co.Mo.Do.

In occasione della Conferenza Annuale di Co.Mo.Do. per la sessione Turismo ferroviario l'Ing. Angela Dondoli della Direzione Generale Mobilità, Infrastrutture e Trasporto Pubblico Locale della Regione Toscana ha presentato le iniziative della Regione per la valorizzazione delle ferrovie minori a fini turistici.
Il Piano Regionale Integrato Infrastrutture e Mobilità (PRIIM) del 2014 tra le finalità persegue la promozione di una rete integrata e qualificata di infrastrutture e servizi per la mobilità sostenibile; la riduzione dei costi esterni del trasporto, anche attraverso l’incentivazione del mezzo pubblico; l’ottimizzazione del sistema di accessibilità alle città toscane, al territorio e alle aree disagiate. L'obiettivo generale 2 del PRIIM è la “Qualificazione del sistema dei servizi di trasporto pubblico” e, relativamente al sistema dei servizi ferroviari regionali, con l’obiettivo specifico 2.2 ci si propone di “Sviluppare una rete integrata di servizi in grado di supportare sia tecnicamente che economicamente livelli adeguati di connettività nei e tra i principali centri urbani con l’ulteriore velocizzazione dei servizi ferroviari regionali”, attraverso l’azione 2.2.2. “Azioni finalizzate al mantenimento del servizio ferroviario e ulteriore velocizzazione dei servizi ferroviari regionali”.

Con la DGR 494/2014 “Valorizzazione delle linee ferroviarie minori - indirizzi e prime azioni per il 2014”, la Regione Toscana ha individuato alcune linee su sostenere l’organizzazione e lo svolgimento di iniziative di promozione e valorizzazione delle linee ferroviarie minori e del territorio attraverso il treno, attraverso l’erogazione di contributi a proposte presentate dagli Enti locali. Si tratta di linee caratterizzate da bassa frequentazione al di fuori delle fasce pendolari, che attraversano contesti di notevoli interesse paesaggistico, culturale, ambientale: Siena-Chiusi, Siena- Grosseto, Arezzo-Pratovecchio-Stia, Arezzo-Sinalunga, Lucca-Aulla, Cecina-Saline. L'obiettivo è quello di aumentare il numero dei passeggeri sui treni ordinari, attraverso progetti di valorizzazione turistica proposti dal territorio.

I servizi sulle linee minori sono i seguenti:

Siena – Chiusi
Feriali: 24 treni/giorno
Festivi: 14 treni /giorno
Stazione più utilizzata: Asciano M.O.M. (450 viaggiatori/giorno)

Siena – Grosseto
Feriali: 19 treni/giorno
Festivi: 14 treni/giorno
Stazione più utilizzata: Buonconvento (110 viaggiatori/giorno)

Lucca-Aulla
Feriali: 35 treni/giorno
Festivi: 14 treni/giorno
Stazione più utilizzata: Castelnuovo Garfagnana (340 viaggiatori/giorno)

Porrettana
Feriali: 12 treni/giorno
Festivi: 9 treni/giorno
Stazione più utilizzata: Pracchia (40 viaggiatori/giorno)

Cecina-Saline
Feriali: 8 treni/giorno
Festivi: -----
Stazione più utilizzata: Saline di Volterra (60 viaggiatori/giorno)