Uncategorised

Presidente Onorario:
Arch. Marco Samek Lodovici
Portavoce Nazionale:
Ing. Roberto Greco
Presidente:
Walter Cardinale
Segretario Generale e Resp. Centro Studi Co.Mo.Do.:
Paolo Capocci
Tesoriere:
Luigi Fasciglione
Direttivo:
Gioacchino Fasino, Francesco Lazzaro, Armando Mattioli
Comitato Scientifico:
Ing. Trasportista Antonio Pendenza, Arch. Roberto Nasini, Arch. Simona Pagliari, Dr. Ivan Tassone, Dr. Agronomo Filippo Zullo

La Cooperazione per la Mobilità Dolce (Co.Mo.Do.) nasce originariamente a Milano nel 2006 come piattaforma per creare una Rete di programma nell’ambito della mobilità dolce e sostenibile in Italia. Nata fra sigle di associazioni ambientaliste e culturali nazionali, oggi si è rinnovata e opera in sinergia con Istituzioni locali e Associazioni regionali del settore del turismo outdoor ed eco-compatibile, del trasporto pubblico locale, del cicloturismo, del trekking su Vie Storiche e Vie Verdi, del turismo ferroviario, dell’ippoturismo, e con molti comitati che difendono la dismissione delle linee ferroviarie regionali.
Obiettivo di Co.Mo.Do. è quindi oggi la promozione di una rete nazionale di mobilità dolce nel Mediterraneo, e la messa in rete tutte le Associazioni federali e regionali che operano nel campo della mobilità dolce, del turismo sportivo, del turismo escursionistico, del cicloturismo, del turismo velico e lacuale, del turismo equestre.

Co.Mo.Do. produce master plan di mobilità dolce, studi di fattibilità e progetti di mobilità dolce realizzati da Enti Pubblici. Organizza manifestazioni nazionali e regionali (fra tutte il Mese della Mobilità Dolce con un focus sulla Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate e sulla Giornata Nazionale del Turismo Equestre), convegni nazionali tematici sulla valorizzazione e rigenerazione del paesaggio, concorsi fotografici e letterari a tema in sinergia con le Scuole Superiori e il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, sempre con l'obiettivo di valorizzare e tutelare la ricchezza del paesaggio culturale italiano da fruire in mobilità dolce. Promuove il Premio Go Slow - Co.Mo.Do. dedicato a Enti (Amministrazioni pubblice, Università, Parchi, ecc.) e a Studi Privati di Architettura e Ingegneria che abbiano sviluppato progetti di reti di mobilità dolce e infrastrutture leggere nei territori.

Centro Studi Co.Mo.Do.Il Centro Studi e Formazione Didattica Co.Mo.Do. produce e diffonde informazioni e dati volti a supportare la mobilità dolce ed ecompatibile nel turismo, lavorando di concerto con Università, in particolare per le facoltà di Architettura e Ingegneria. All’interno opera un team di ingegneri, geografi, agronomi e architetti del paesaggio specializzati in Mobilità Sostenibile per Regioni e Comuni, Enti Parco, Unioni di Comuni, Club di Prodotto, Gruppi di azione locale (GAL), sistemi territoriali.

Vengono realizzati  corsi di formazione e studi di fattibilità e progetti in materia di ciclo-pedonalità. Realizzazione di rilevi sul posto (con relativa resa grafica e relazione), individuazione delle criticità del percorso su corridoi naturali, come risorse territoriali di fiumi e/o canali, su altri tipi di risorse lineari come ferrovie e strade dismesse, su vie di transumanza, vie romane e/o vie di pellegrinaggio.

  • Si fa verifica e analisi dei costi per lo stato e la qualità della viabilità.
  • Si redigono piani di riorganizzazione degli spazi urbani finalizzati alla tutela della mobilità sostenibile.
  • Si analizzano ed elaborano studi per la valorizzazione turisco-escursionistisca dei territori.
  • Si realizzano studi di fattibilità per lo sviluppo sostenibile economico legato al turismo ambientale e naturalistico, mediante la creazione di reti di itinerari connesse a strutture ricettive. Si realizzano piani ciclistici e piani della pedonalità e corsi di formazione per operatori di bike hotels

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.